Quaresima di Carità 2018

«Quelli che sono in carcere stanno scontando una pena, una pena per un errore commesso. Ma non dimentichiamo che, affinché la pena sia feconda, deve avere un orizzonte di speranza, altrimenti resta rinchiusa in se stessa ed è soltanto uno strumento di tortura, non è feconda. Pena con speranza, allora è feconda. Speranza di reinserimento sociale, e per questo, formazione sociale, guardando al futuro»

Con queste parole, papa Francesco, rivolgendosi al Centro di Studenti universitari del Complesso penitenziario federale di Ezeiza, in Argentina, manifestava la sua gioia per l’avvio di un corso di musica a favore dei detenuti.

Come già ricordato in occasione dello scorso Avvento di Fraternità, da qualche anno anche la nostra Arcidiocesi, attraverso l’ufficio pastorale Caritas Diocesana, ha avviato, presso la Casa Circondariale di Gazzi, un dialogo intenso e proficuo che ha visto la realizzazione di laboratori teatrali con i detenuti e l’allestimento di spettacoli teatrali nella sala adibita allo scopo nella stessa struttura penitenziaria.

In un tempo segnato da crisi economica e sociale, come quello che stiamo vivendo, sarà l’attenzione agli ultimi e il loro possibile reinserimento nel contesto sociale, a dare nuova speranza al vivere quotidiano di ciascuno.

Perché lo sguardo non rimanga ripiegato su se stessi, ma guardando l’altro si scoprano nuovi orizzonti possibili e comuni, per la Quaresima di Carità 2018 si invita ogni Comunità Parrocchiale e Famiglia Religiosa, a devolvere la raccolta della Quinta domenica di Quaresima (18 marzo), quale frutto del “sacrificio quaresimale”, per continuare a sostenere il progetto “Teatro per sognare”, già avviato per riqualificare l’ambiente adibito a Teatro presente nella Casa Circondariale di Gazzi, per il quale, grazie alla vostra generosità, sono stati raccolti, sino ad oggi, 2.457,00 euro durante lo scorso Avvento.

«L’esercizio dell’elemosina ci libera dall’avidità e ci aiuta a scoprire che l’altro è mio fratello: ciò che ho non è mai solo mio. […] Ogni elemosina è un’occasione per prendere parte alla Provvidenza di Dio verso i suoi figli; e se Egli oggi si serve di me per aiutare un fratello, come domani non provvederà anche alle mie necessità, Lui che non si lascia vincere in generosità?» (Papa Francesco, Messaggio per la Quaresima 2018).

A tutti voi un fecondo cammino di Quaresima.

                                                                                                          La Caritas Diocesana

 

Di seguito le diverse modalità per devolvere le risorse raccolte:

 

CONTO CORRENTE POSTALE N. 14591986

Intestato a: Caritas Diocesana – Curia Arcivescovile Messina

 

CONTO CORRENTE BANCARIO:

BANCA UNICREDIT DI MESSINA AG. MESSINA/GARIBALDI

Intestato a: Caritas Diocesana di Messina

IBAN IT 34 L 02008 16511 000 300 648376

 

CONTO CORRENTE BANCARIO

BCC LA RISCOSSA DI REGALBUTO AG. Di Piazza Duomo 15/17, Messina

Intestato a: Caritas Diocesana di Messina

IBAN  IT 97 G 08954 16500 022 000000314

 

Brevi manu presso la sede della Caritas Diocesana, Via Emilia 19 – Provinciale (ME)