La Caritas Diocesana di Messina Lipari S. Lucia del Mela

La Caritas Diocesana è l’organismo pastorale istituito dall’Arcivescovo al fine di promuovere, anche in collaborazione con altri organismi, la testimonianza della carità della comunità ecclesiale diocesana e delle comunità minori, specie parrocchiali, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. La Caritas Diocesana è lo strumento ufficiale della Diocesi per la promozione e il coordinamento delle iniziative caritative tese anche a far nascere relazioni e quindi esperienze di condivisione.

Alla Caritas Diocesana sono affidati i seguenti compiti:
a) approfondire le motivazioni teologiche della diaconia della carità;
b) promuovere nella Diocesi, nelle Parrocchie, nei gruppi, l’animazione del senso della carità e della condivisione specie con le persone e le comunità in situazioni di difficoltà. Tale senso di carità deve tradursi in interventi concreti con carattere promozionale e, ove possibile, preventivo;
c) promuovere e sostenere le Caritas Parrocchiali;
d) curare il coordinamento delle iniziative e delle opere caritative e assistenziali di ispirazione cristiana;
e) organizzare, in collaborazione con la Caritas Italiana , e coordinare a livello diocesano interventi di emergenza in caso di pubbliche calamità;
f) in collaborazione con altri organismi di ispirazione cristiana:
– educare all’umile ascolto dei piú poveri che insegnano al mondo con grande chiarezza ed integrità la Parola che libera; questo per aiutare le comunità a superare la logica dell’assistenza e proiettarle verso una piú complessa e piú completa esperienza di relazioni e di condivisione;
– promuovere e realizzare studi e ricerche sui bisogni presenti nella comunità diocesana per aiutare a scoprirne la cause, per preparare piani di intervento sia curativo che preventivo, nel quadro della programmazione pastorale unitaria, e per stimolare l’azione delle istituzioni civili ed una adeguata legislazione;
– promuovere il volontariato e favorire la formazione degli operatori pastorali della carità e del personale di ispirazione cristiana, sia professionale che volontario, impegnato nei servizi sociali, sia pubblici che privati, e nelle attività di promozione umana;
– contribuire, d’intesa con l’Ufficio Missionario, allo sviluppo umano e sociale dei paesi del Terzo Mondo con la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, con prestazioni di servizi, con aiuti economici, anche coordinando le iniziative dei vari gruppi e movimenti di ispirazione cristiana;
– promuovere, d’intesa con l’Ufficio Ecumenico Diocesano, la ricerca e la prassi ecumenica.